La testata giornalistica del Golf

Golfitaliano

Golfitaliano è una testata giornalistica, un network di professionisti legati al mondo del golf e del turismo golfistico. Offre servizi nell’ambito del marketing, comunicazione e organizzazione eventi.
Golfitaliano
Golfitaliano
Momenti di Acaya 😉😂
Golfitaliano
Golfitaliano
Diciamo che ad acaya devi stare in fairway.. 😂
Golfitaliano
Golfitaliano
76° OPEN D’ITALIA: Pavan e La porta protagonisti.

Nuovo leader l’inglese Matthew Fitzpatrick, terzo Justin Rose. Rimonta Guido Migliozzi.

Andrea Pavan è stato tra i grandi protagonisti della seconda giornata del 76° Open d’Italia, quinta tappa delle Rolex Series dell’European Tour, che si sta svolgendo sul difficile percorso dell’Olgiata Golf Club (par 71) a Roma, dove l’azzurro più atteso, Francesco Molinari, non ha superato il taglio. Pavan è salito all’ottavo posto con 136 (69 67, -6) colpi, mentre Molinari, 107° con 147 (71 76, +5), ha dovuto lasciare la gara che ha un nuovo leader, l’inglese Matthew Fitzpatrick (132 – 67 65, -10). Il 25enne di Sheffield, con cinque titoli sul circuito, ha superato con un parziale di 65 (-6, sette birdie, un bogey) quasi in extremis il danese Joachim B. Hansen (133 ,-9).

E’ rimasto al terzo posto con 135 (-7) Justin Rose, numero cinque mondiale, che ha la compagnia del sudafricano Rory Sabbatini, il quale di recente ha preso la nazionalità slovacca, dell’indiano Shubhankar Sharma, dell’inglese Andrew Johnston e del nordirlandese Graeme McDowell, vincitore di un Open d’Italia (2004). Affianca Pavan il finlandese Tapio Pulkkanen, in vetta dopo il primo giro, e ha un colpo in più l’inglese Tyrrell Hatton, 18° con 137 (-5) anch’egli a segno in un Open (2017).

In bella evidenza, tra gli azzurri, anche Guido Migliozzi, 21° con 138 (72 66, -6), che ha rimontato cinquantuno posizioni con un 66 (-5) e che nei due giri conclusivi ha ampie possibilità di salire ancora. Note di merito anche per gli altri italiani che sono rimasti in gara: Francesco Laporta 28° con 139 (-3), Edoardo Molinari, 39° con 140 (-2), Nino Bertasio e Renato Paratore, 44.i con 141 (-1).

Oltre a Francesco Molinari il taglio caduto a 142 (par) ha messo fuori gioco Enrico Di Nitto (146, +4), Lorenzo Scalise (148, +6), Matteo Manassero (149, +7), Lorenzo Gagli (151, +9), Edoardo Raffaele Lipparelli (153, +11) e Filippo Bergamaschi (157, +15). Out anche l’irlandese Shane Lowry e l’inglese Ian Poulter (143, +1) e l’altro inglese Paul Casey (147, +5). Sono rimasti in gara 69 concorrenti.



Le interviste – Francesco Molinari, out da pro per la seconda volta in carriera dopo 36 buche nel torneo, la prima nel 2008, ha analizzato così la sua inattesa uscita: “Accetto il verdetto. Non provo rabbia o delusione, ma mi spiace solo che ciò sia accaduto qui all’Open d’Italia”. Ha poi aggiunto: “Ho espresso un gioco che, ad essere generosi, è stato di livello mediocre. Non ha funzionato nulla e dovrò lavorare con grande impegno su tutto”.

Andrea Pavan, che ha girato in 67 (-4) colpi con sei birdie e due bogey, proverà a giocarsi le sue carte fino all’ultimo: “Mancano ancora due giornate e su un campo di questo tipo se ci si esprime bene si può guadagnare molto. Occorre tanta attenzione, perché offre le occasioni da birdie, ma solo se lo affronti con rispetto. In un giro si può realizzare un ‘meno 6’ o un ‘meno 7’, ma è piuttosto difficile ripeterlo per due volte consecutive. Domani cercherò di rimanere in zona con i primi e poi domenica vediamo cosa succederà. Vincere in casa sarebbe bellissimo e darò il massimo per concedermi una chance”.

Guido Migliozzi, che ha segnato un 66 (-5, sette birdie, due bogey), ha idee chiare e particolari stimoli: “Prospettive? La strada è ancora lunga. Qui ci sono tanti campioni e devo continuare a dare il massimo. Per farlo occorre mantenere concentrazione e ritmo. Questa è la chiave. Sono particolarmente motivato perché ho tutta la famiglia che mi sta seguendo. Mi dà sicuramente degli stimoli, ma mi sento anche un po’ emozionato poiché è l’unica occasione quest’anno in cui possono vedermi in campo”.

Justin Rose è apparso abbastanza soddisfatto della prestazione dopo metà strada: “Nel complesso lo score è buono e mi ha permesso di rimanere avanti. In questo campo non c’è nulla di scontato. Offre possibilità di birdie, ma puoi sbagliare con facilità. Ho avuto dei problemi recentemente con il putter: sto cercando di migliorare anche se commetto ancora qualche errore. Sono contento di come sono andate le cose in questi due giorni. Mi sono lasciato delle opportunità, ma per vincere sarà necessario giocare molto bene domenica”



Montepremi di 7.000.000 di dollari – Nell’ambito del Progetto Ryder Cup 2022, il 76° Open d’Italia mette in palio 7.000.000 di dollari, montepremi che conserverà fino al 2027. Al vincitore andranno 1.166.660 dollari.



7.000 spettatori nella seconda giornata di gara – Nella seconda giornata del 76° Open d’Italia sono stati 7.000 gli spettatori che hanno seguito l’evento. Sono salite così a 13.000 le presenze dopo le 6.000 del primo turno.



Impegnati nel Verde: all’Olgiata GC premiati i circoli eco-sostenibili – Il golf scende in campo per il rispetto dell’ambiente e per l’eco-sostenibilità. Come tradizione, l’Open d’Italia è stato il teatro della cerimonia di premiazione di “Impegnati nel Verde”, riconoscimento ambientale della Federazione Italiana Golf, con il supporto dell’Istituto per il Credito Sportivo per promuovere lo sviluppo ecosostenibile del golf, sensibilizzando circoli e giocatori sulle tematiche ambientali.

Nella tenda della Federazione Italiana Golf nell’annuale cerimonia di premiazione sono intervenuti Antonio Bozzi, Vicepresidente Vicario FIG; Stefano Manca, Segretario Onorario FIG; Andrea Abodi; Presidente ICS e Kelly Jerome, Executive Director GEO.

I circoli premiati: Hanno ricevuto il premio Impegnati nel Verde: Golf Montecatini Terme (Cultural Heritage), Golf Club Cherasco (Energia) e Campodoglio Golf Club (Energia).

Sono stati premiati per la prima volta con la certificazione GEO: Bogogno Golf Resort, Golf Club Castelfalfi, Gardagolf Country Club, Golf Des Iles Borromées, Golf Club Margara e San Domenico Golf. Hanno ottenuto la ricertificazione GEO: Le Fronde Golf Club, Golf della Montecchia, La Pinetina Golf Club e Golf Club Udine.

La certificazione GEO è stata assegnata anche all’evento Venice Open, torneo giovanile internazionale organizzato dalla US Kids Foundation svoltosi lo scorso agosto sui percorsi padovani Play Golf 54 (Golf della Montecchia, Frassanelle Golf e Terme di Galzignano Course), primo evento dilettantistico al mondo a raggiungere questo traguardo.



Premio speciale per la “buca in uno” – Anche nel secondo giro nessun concorrente ha realizzato la “hole in one” alla buca 14, par 3 di 170 metri, e pertanto è rimasta ancora senza proprietario la splendida auto BMW M850i xD Drive Cabrio del valore di 160.600 euro in palio per il concorrente che per primo riuscirà a compiere la prodezza.



Il torneo in TV – Il 76° Open d’Italia ha una copertura senza precedenti grazie all’accordo raggiunto da Infront – official advisor della FIG – con tre diversi broadcaster.

Gli orari della terza giornata.

RAI Sport+HD – Sintesi sabato 12 ottobre notte, dalle ore 0,20 alle ore 1,20.

SKY – Diretta su Sky Sport Uno sabato 12, dalle ore 12,30 alle ore 17,30. La diretta sarà preceduta e seguita da Studio Golf, della durata di 15 minuti, su Sky Sport Uno e Sky Sport 24.

GOLFTV, diretta streaming gratuita sabato 12, dalle ore 12,30 alle ore 17.



I partner – Il 76° Open d’Italia, che ha il patrocinio del CONI, grazie alla collaborazione di Infront, Official Advisor della FIG, ha l’apporto di un pool di qualificati partner: Regione Lazio, European Tour/Race to Dubai, Main Sponsor: Rolex, BMW. Official Sponsor: Emirates, Fideuram. Media Partner: Corriere dello Sport, Il Giornale, Tuttosport, RDS, Dimensione Suono Soft. Official Supplier: Berlucchi, Dailies, Deloitte, GLS, Harmont & Blaine, Kappa, Leaseplan, Lindt, National Service, Rinascente, San Benedetto, Segafredo. Technical Supplier: Gielle Antincendio, Sharp, Titleist. Title Sponsor Pro Am: Rolex.

Le attività per il pubblico – Stanno avendo grande successo le iniziative per il pubblico che hanno luogo nel nel Villaggio Commerciale (apertura ore 9).

Family Open – Dalle ore 9 alle ore 19 i bambini, con il supporto di educatori qualificati del Coni, possono svolgere discipline e attività ricreative. Inoltre, in quest’area è possibile, grazie all’attrezzatura US KIDS e alle attività propedeutiche proposte, far avvicinare i bambini al mondo del golf.

Prove di golf gratuite con i maestri PGAI – All’ingresso del Villaggio Commerciale i maestri della PGAI sono a disposizione per far provare il golf a tutti coloro che vorranno vivere l’emozione del primo swing.

Il trofeo ufficiale della Ryder Cup all’Olgiata – Il trofeo ufficiale della Ryder Cup è esposto all’Olgiata GC all’interno del Villaggio Commerciale, in uno stand dedicato della Federazione Italiana Golf, dove gli spettatori hanno la possibilità di scattare foto e ricevere informazioni sull’evento.



BIGLIETTI E ABBONAMENTI

I biglietti per le ultime due giornate di gara del 76° Open d’Italia sono acquistabili in loco presso le relative biglietterie oppure attraverso il circuito di vendita TicketOne (www.ticketone.it) e il sito www.openditaliagolf.eu nella sezione “spettatori”.

I prezzi – Il costo del biglietto è di 20 euro per ognuna delle giornate conclusive (sabato 12 ottobre e domenica 13).

Ingresso gratuito per under 18 e diversamente abili – Per tutti gli Under 18 e per i diversamente abili l’ingresso è completamente gratuito per l’intera manifestazione. Gli accessi omaggio si potranno ritirare presso le biglietterie in loco.

Accrediti stampa on line – I giornalisti, i fotografi e gli operatori possono richiedere l’accredito stampa attraverso il sito www.openditaliagolf.eu nella sezione Media. Per gli accreditati in possesso dell’handicap di gioco ci sarà anche l’opportunità di disputare una gara su 9 buche sul percorso del Golf Nazionale di Sutri (VT) sabato 12 ottobre alle ore 8.30. Per i partecipanti verrà organizzato un servizio di bus navetta.
Golfitaliano
Golfitaliano
FINLANDESE PULKKANEN SORPRENDE I BIG, 54° F. MOLINARI

Sul percorso dell’Olgiata GC Justin Rose terzo e al 20° posto Pavan e Laporta



Il finlandese Tapio Pulkkanen ha sorpreso i big e ha preso il comando con 64 (-7) colpi dopo la prima giornata del 76° Open d’Italia, quinta tappa delle Rolex Series dell’European Tour, che si sta svolgendo sul difficile percorso dell’Olgiata Golf Club (par 71) a Roma. Ha avuto qualche difficoltà Francesco Molinari, 54° con 71 (par) colpi, che comunque ha ampie possibilità di recupero, mentre il miglior punteggio tra i giocatori italiani lo hanno espresso Andrea Pavan e Francesco Laporta, 20.i con 69 (-2), con un colpo in più per Edoardo Molinari, 35° con 70 (-1). Affiancano Francesco Molinari anche Renato Paratore e Matteo Manassero, insieme all’inglese Paul Casey.

Tapio Pulkkanen, 29enne di Kotka, che si caratterizza per indossare in gioco un cappello da pescatore, ha realizzato sette birdie senza bogey, miglior score da quando è sul circuito. Precede di un colpo il sudafricano Rory Sabbatini, (65,-6), che di recente ha preso la nazionalità slovacca, e di due l’inglese Justin Rose, numero cinque mondiale, lo statunitense Kurt Kitayama, l’olandese Joost Luiten, l’indiano Shubhankar Sharma e l’austriaco Bernd Wiesberger (66,-5). Poco dietro altri due inglesi Tyrrell Hatton e Danny Willett, 11.i con 68 (-3).

Degli altri azzurri sono oltre metà classifica Lorenzo Scalise, Nino Bertasio e Guido Migliozzi, 72.i con 72 (+1) alla pari con l’inglese Ian Poulter, due Open d’Italia al suo attivo, con l’irlandese Shane Lowry e con il tedesco Martin Kaymer, quindi Enrico Di Nitto e Lorenzo Gagli, 94.i con 73 (+2), Filippo Bergamaschi, 129° con 77 (+6), ed Edoardo Raffaele Lipparelli, 137° con 85 (+14).



Gli azzurri – Francesco Molinari non ha avuto una partenza felice con due bogey in cinque buche, poi è stata una corsa per ritrovare il par che ha raggiunto solamente sull’ultimo green. “Per come ho giocato oggi mi accontento dello score. E’ stata una giornata in chiaroscuro. Inizio difficoltoso, poi ho lottato con tutto quel che avevo dentro e quel birdie finale è stato veramente importante per il morale. Devo salire di livello per diventare più competitivo”.

Andrea Pavan ha confermato il suo buon momento di forma ottenendo il miglior score degli azzurri insieme a Francesco Laporta che ha potuto festeggiare nel modo migliore il suo 29° compleanno. “Lo score è buono – ha detto quest’ultimo – perché il campo è difficile, piuttosto lungo ed è fondamentale essere precisi con il tee shot. Non sono neanche facili i secondi colpi al green, ma oggi sono riuscito a procurarmi occasioni da birdie e a sfruttarle”.

“Anche oggi – ha detto Edoardo Molinari – ho espresso, come ho fatto nelle ultime settimane, un buon gioco lungo, purtroppo però ho sbagliato qualche putt, soprattutto nelle ultime nove buche. Sono fiducioso perché ora il mio gioco è tornato ai livelli del 2010, se non addirittura meglio”.

Renato Paratore è rimasto soddisfatto del risultato “Non sono partito bene, poi due ottimi birdie mi hanno rimesso in pista. Va bene così. E’ stato bellissimo avere l’appoggio di familiari, parenti e di tante persone che conosco. Particolari pressioni per questo? No, a me piace essere seguito perché mi carica di ulteriori stimoli”.



6.000 spettatori nella prima giornata di gara – Sono stati ben 6.000 gli spettatori che hanno seguito il torneo nella prima giornata di gara in una giornata di sole, sostenendo gli azzurri, ma anche applaudendo le prodezze degli altri campioni.



Le Istituzioni all’Open d’Italia – Anche le Istituzioni sono scese sul green all’Open d’Italia e hanno aderito all’iniziativa della Federazione Italiana Golf (FIG) relativa al tesseramento per neofiti al costo di 10 euro fino al 31 dicembre 2019.

All’Olgiata Golf Club di Roma Lorenza Bonaccorsi, Sottosegretaria di Stato del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, e Daniele Frongia, Assessore Sport, Politiche giovanili e Grandi Eventi di Roma, hanno ricevuto – dopo aver versato la quota di pagamento – la tessera d’iscrizione da Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022.



“Golf a Scuola” fa tappa all’Open d’Italia- Nella prima giornata del 76° Open d’Italia i bambini delle classi quarta elementare dell’Istituto Comprensivo Galileo Nicolini di Capranica (Viterbo) , accompagnati dai rispettivi docenti, sono stati i protagonisti dell’evento “Golf a Scuola”, iniziativa realizzata dalla Federazione Italiana Golf nell’ambito del Progetto Ryder Cup 2022, con il supporto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, in collaborazione con l’Istituto per il Credito Sportivo e con il patrocinio del CONI e CIP.

All’Olgiata Golf Club, nell’area “Prova il golf”, hanno preso parte all’evento Maurizio Furlan, in rappresentanza del MIUR, il Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, Gian Paolo Montali e il Presidente dell’Istituto per il Credito Sportivo, Andrea Abodi. Divertimento, entusiasmo e tanti sorrisi insieme ai maestri della PGAI, guidati dal loro presidente Filippo Barbè e con il giovane amateur Andrea Romano come testimonial.



Conferenza “Golf e Università – Sport e studio, un binomio sempre più stretto. Nel Media Centre dell’Olgiata Golf Club è stata presentata l’attività di tirocinio con crediti formativi ideata e sviluppata dall’Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale con il patrocinio della Federazione Italiana Golf e il supporto del Comitato Regionale FIG Lazio. Un’iniziativa, alla quale hanno aderito oltre 70 studenti, che punta a far conoscere il golf sia per gli aspetti cognitivi sia per quelli puramente sportivi attraverso lezioni in aula e prove sul campo presso i circoli di Cassino e Fiuggi. Sono intervenuti il Prof. Paolo Walter Gabriele, docente di neurologia del dipartimento di Scienze Umane dell’Università di Cassino; la Prof.ssa Cristina Cortis, Pro-rettrice con delega allo Sport e il Dott. Matteo Malagesi, autore della tesi di laurea magistrale “Utilità del golf nelle sindromi ansioso-depressive”.



Contest Maui Jim “Beat the PRO” – I tre Brand Ambassador di Maui Jim, Renato Paratore, Jorge Campillo e Robert Karlsson sono stati protagonisti del contest “Beat the PRO”, un’originalissima gara di approcci andata in scena sulla buca 8 del terzo percorso. La stampa e il pubblico hanno potuto ammirare i campioni in azione e hanno avuto l’opportunità di sfidarli in un clima di grande divertimento.



Formula di gara – Al torneo prendono parte 138 concorrenti. Si gioca sulla distanza di 72 buche, 18 al giorno. Dopo i primi due giri il taglio lascerà in gara i primi 65 classificati e gli eventuali pari merito al 65° posto. Nell’ambito del Progetto Ryder Cup 2022, il 76° Open d’Italia mette in palio 7.000.000 di dollari, montepremi che conserverà fino al 2027. Al vincitore andranno 1.166.660 dollari.



Premio speciale per la “buca in uno” – Nella prima giornata di gara nessun concorrente ha centrato con un solo colpo la buca 14, par 3 di 170 metri e pertanto è rimasta senza proprietario la splendida auto BMW M850i xD Drive Cabrio del valore di 160.600 euro in palio per il concorrente che per primo riuscirà a compiere la prodezza.



Il torneo in TV – Il 76° Open d’Italia ha copertura senza precedenti grazie all’accordo raggiunto da Infront – official advisor della FIG – con tre diversi broadcaster.

Gli orari della seconda giornata.

RAI Sport+HD – Sintesi venerdì 11 ottobre, dalle ore 22,30 alle ore 24

SKY – Diretta su Sky Sport Uno venerdì 11, dalle ore 10 alle ore 18. Le diretta sarà preceduta e seguita da Studio Golf, della durata di 15 minuti, su Sky Sport Uno e Sky Sport 24.

GOLFTV, diretta streaming gratuita venerdì 11, dalle ore 10 alle ore 18.



I partner – Il 76° Open d’Italia, che ha il patrocinio del CONI, grazie alla collaborazione di Infront, Official Advisor della FIG, ha l’apporto di un pool di qualificati partner: Regione Lazio, European Tour/Race to Dubai, Main Sponsor: Rolex, BMW. Official Sponsor: Emirates, Fideuram. Media Partner: Corriere dello Sport, Il Giornale, Tuttosport, RDS, Dimensione Suono Soft. Official Supplier: Berlucchi, Dailies, Deloitte, GLS, Harmont & Blaine, Kappa, Leaseplan, Lindt, National Service, Rinascente, San Benedetto, Segafredo. Technical Supplier: Gielle Antincendio, Sharp, Titleist. Title Sponsor Pro Am: Rolex.

Le attività per il pubblico – Come ogni anno sono varie le iniziative fuori da campo per il pubblico nel Villaggio Commerciale che apre alle ore 9.

Family Open – Dalle ore 9 alle ore 19 i bambini, con il supporto di educatori qualificati del Coni, possono svolgere discipline e attività ricreative che rendono l’Open dei piccoli sicuramente entusiasmante. Inoltre, in quest’area è possibile, grazie all’attrezzatura US KIDS e alle attività propedeutiche proposte, far avvicinare i bambini al mondo del golf.

Prove di golf gratuite con i maestri PGAI – All’ingresso del Villaggio Commerciale i maestri della PGAI sono a disposizione per far provare il golf a tutti coloro che vorranno vivere l’emozione del primo swing.

Il trofeo ufficiale della Ryder Cup all’Olgiata – Il trofeo ufficiale della Ryder Cup è esposto all’Olgiata all’interno del Villaggio Commerciale, in uno stand dedicato della Federazione Italiana Golf, dove gli spettatori hanno la possibilità di scattare foto e ricevere informazioni sull’evento.



BIGLIETTI E ABBONAMENTI

I biglietti per ciascuna delle giornate di gara e l’abbonamento per assistere al 76° Open d’Italia sono acquistabili in loco presso le relative biglietterie oppure attraverso il circuito di vendita TicketOne (www.ticketone.it) e il sito www.openditaliagolf.eu nella sezione “spettatori”.

I prezzi – Il costo del biglietto è di 15 euro la seconda giornata di gara (venerdì 11 ottobre) e di 20 euro per ognuna delle giornate conclusive (sabato 12 e domenica 13). L’abbonamento, che dà diritto ad assistere agli ultimi tre giorni di torneo, è disponibile al costo di 50 euro.

Abbonamento in promozione per i tesserati FIG – I tesserati della Federazione Italiana Golf usufruiscono di una riduzione di costo per l’abbonamento, acquistabile a 40 euro sia sul posto presentando un documento d’identità e la tessera federale presso le biglietterie situate al portale d’ingresso del 76° Open d’Italia, oppure attraverso il sito www.ticketone.it

Ingresso gratuito per under 18 e diversamente abili – Per tutti gli Under 18 e per i diversamente abili l’ingresso è completamente gratuito per l’intera manifestazione. Gli accessi omaggio si potranno ritirare presso le biglietterie in loco.

Accrediti stampa on line – I giornalisti, i fotografi e gli operatori possono richiedere l’accredito stampa attraverso il sito www.openditaliagolf.eu nella sezione Media. Per gli accreditati in possesso dell’handicap di gioco ci sarà anche l’opportunità di disputare una gara su 9 buche sul percorso del Golf Nazionale di Sutri (VT) sabato 12 ottobre alle ore 8.30. Per i partecipanti verrà organizzato un servizio di bus navetta.
Golfitaliano
Golfitaliano shared a link.
Nella vigilia del torneo l’Olgiata Golf Club ospita la gara a squadre. In campo, insieme ai top player dell’European Tour, anche Andrea Pirlo e Claudio Amendola. I talenti Under 14 del Team Lazio e del Team Italia si sfidano nella “The 3rd Junior Road to The 2022 Ryder Cup”   Il 76° Open d…
Golfitaliano
Golfitaliano
76° OPEN D’ITALIA: LE STELLE DEL GOLF ILLUMINANO ROMA

Dal 10 al 13 ottobre all’Olgiata Golf Club Francesco Molinari, Justin Rose e tanti altri campioni
si sfideranno nel quinto torneo delle Rolex Series European Tour 2019

Un evento, tra sport e intrattenimento, che proietta il golf italiano verso la Ryder Cup 2022

Triplice vetrina televisiva su Rai, Sky e GOLFTV. Biglietti e abbonamenti in vendita sul circuito Ticketone

Roma, 30 settembre 2019 – Un Open d’Italia all’insegna dello spettacolo, con i colpi e le giocate dei campioni a rendere unica una competizione che si annuncia entusiasmante. Cresce sempre di più l’attesa per la massima rassegna nazionale di golf, in programma dal 10 al 13 ottobre all’Olgiata Golf Club di Roma, il quinto degli otto appuntamenti 2019 delle Rolex Series European Tour, evento principale del Progetto Ryder Cup 2022, la sfida Usa-Europa che, tra tre anni, si giocherà al Marco Simone Golf & Country Club di Guidonia Montecelio (Roma).

Al Salone d’Onore del Coni si è alzato il sipario sulla manifestazione alla presenza di: Giovanni Malagò, Presidente del Coni; Franco Chimenti, Presidente della Federazione Italiana Golf e Vicepresidente Vicario del Coni; Virginia Raggi, Sindaca di Roma; Albino Ruberti, Capo di Gabinetto del Presidente della Regione Lazio con delega a Sport, Turismo e Politiche Giovanili; Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022. Lia Capizzi, giornalista di Sky Sport, ha moderato i lavori al termine dei quali è arrivato anche il saluto di Nicola Zingaretti, Presidente della Regione Lazio.

Field da record con 11 Major Champion – Per la prima volta nella storia del torneo saranno sul tee di partenza ben 11 Major Champion (Francesco Molinari, Justin Rose, Shane Lowry, Martin Kaymer, Danny Willett, Padraig Harrington, Graeme McDowell, Josè Maria Olazabal, Charl Schwartzel, Trevor Immelman, Michael Campbell) e 98 vincitori di almeno una gara sull’European Tour. Un field di assoluto prestigio, con 25 tra i primi 100 player al mondo, che includerà anche sei dei dodici protagonisti dell’euro-trionfo alla Ryder Cup 2018: Francesco Molinari, Justin Rose, Paul Casey, Ian Poulter, Tyrrell Hatton e Alex Noren. In palio un montepremi (per il terzo anno consecutivo) da 7 milioni di dollari (che manterrà fino al 2027), ma anche punti fondamentali nella corsa alla Ryder Cup 2020 (25-27 settembre nel Wisconsin, Stati Uniti) e alla Race to Dubai, l’ordine di merito del massimo circuito continentale.

Gli altri protagonisti – Non solo i Major Champion. Saranno 27 i top player che in carriera hanno giocato almeno una Ryder Cup. Sei, invece, i past winner: F. Molinari, Ian Poulter, Gonzalo Fernandez Castaño (tutti autori di una doppietta), Tyrrell Hatton, Graeme McDowell e Robert Rock. Puntano in alto anche Bernd Wiesberger, Eddie Pepperell, Martin Kaymer, Christiaan Bezuidenhout, Chris Wood, Tom Lewis e Thomas Pieters. Senza dimenticare la rappresentanza orientale che vedrà in campo Thongchai Jaidee, Kiradech Aphibarnrat, Ashun Wu, Haotong Li e Jeunghun Wang. Spettacolo assicurato, insomma, al quale daranno il loro contributo giocatori di grande esperienza come il danese Thomas Bjorn, capitano vittorioso del Team Europe a Parigi 2018, Padraig Harrington, che lo sostituirà per l’edizione 2020 e proverà a bissare il successo nel Wisconsin, il suo vice Robert Karlsson e Jose Maria Olazabal.

Gli azzurri – Francesco Molinari, dopo le vittorie del 2006 e del 2016, inseguirà il suo terzo successo nel torneo, impresa mai riuscita a un azzurro. In questa stagione oltre al fuoriclasse torinese, vittorioso nell’Arnold Palmer Invitational e a un passo dal trionfo nel Masters di Augusta, si sono messi in luce anche l’emergente Guido Migliozzi, autore di due convincenti successi, e Andrea Pavan, che ha dato nuovo slancio alla sua carriera con un altro titolo di prestigio. Attesa anche per Edoardo Molinari e Renato Paratore (anche loro con trofei dell’European Tour in bacheca), Nino Bertasio e Lorenzo Gagli. Per i “romani” Paratore e Pavan sarà una settimana speciale da vivere davanti al pubblico di casa.
L’Open d’Italia sarà sicuramente un trampolino di lancio anche per altri azzurri, in una stagione in cui i nostri professionisti hanno già collezionato quindici titoli.

Formula di gara – Al torneo parteciperanno 138 concorrenti. Si giocherà sulla distanza di 72 buche, 18 al giorno. Dopo i primi due giri il taglio lascerà in gara i primi 65 classificati e gli eventuali pari merito al 65° posto. Al vincitore andranno 1.166.660 dollari.

Triplice esposizione televisiva – Un Open d’Italia da vivere dalla prima all’ultima buca per non perdersi neanche un colpo dei campioni in gara all’Olgiata Golf Club. Rai Sport, Sky Sport e GOLFTV trasmetteranno la 76esima edizione del torneo. Una copertura senza precedenti grazie all’accordo raggiunto da Infront – official advisor della FIG – con tre diversi broadcaster. Rai Sport + HD garantirà una sintesi giornaliera di 60 minuti per i primi tre giri, oltre alla diretta in chiaro del round finale. La piattaforma satellitare di Sky Sport Uno offrirà in diretta ai propri abbonati tutta la massima rassegna nazionale di golf da giovedì 10 ottobre a domenica 13. Il servizio streaming GOLFTV, realizzato da Discovery, coprirà l’intero evento su piattaforma internet e mobile, abbinando visione gratuita (per i primi tre giorni) e a pagamento (solo per l’ultima giornata di gara).

La sesta edizione nel Lazio – Per la sesta volta l’Open d’Italia si giocherà nel Lazio dopo le tre edizioni all’Acquasanta (1950, 1973, 1980), quella del 1994 al Marco Simone Golf & Country Club e l’ultima del 2002 disputata proprio all’Olgiata che, negli anni, ha ospitato molti altri eventi di prestigio quali due World Cup, una Coppa del Mondo dilettanti, una finale della Dunhill Cup, tre tornei del Ladies European Tour, alcune gare del Challenge Tour, oltre a una lunghissima serie di campionati nazionali.

Il percorso di gara – Inaugurato nel 1961, il percorso di gara a 18 buche dell’Olgiata Golf Club è stato disegnato dall’architetto inglese C. Kenneth Cotton ed è stato poi oggetto di un profondo restyling nel 2012 a cura dell’architetto americano Jim Fazio. Completa la struttura un secondo percorso a 9 buche, per un totale di 27 buche e un’ampia Club House ispirata ai Country Club americani e perfettamente armonizzata nello splendido contesto naturalistico che la circonda.

I partner – Il 76° Open d’Italia, che ha il patrocinio del CONI, grazie alla collaborazione di Infront, Official Advisor della FIG, ha l’apporto di un pool di qualificati partner: Regione Lazio, European Tour/Race to Dubai, Main Sponsor: Rolex, BMW. Official Sponsor: Emirates, Fideuram. Media Partner: Corriere dello Sport, Il Giornale, Tuttosport, RDS, Dimensione Suono Soft. Official Supplier: Berlucchi, Dailies, Deloitte, GLS, Harmont & Blaine, Kappa, Leaseplan, Lindt, National Service, Rinascente, San Benedetto, Segafredo. Technical Supplier: Gielle, Sharp, Titleist. Title Sponsor Pro Am: Rolex.
LE DICHIARAZIONI

Franco Chimenti – “L’Open d’Italia vanterà grandissimi campioni e rappresenterà un grande spettacolo. Francesco Molinari ci farà vedere cose fenomenali, ne sono sicuro. Con lui ci saranno tanti grandi interpreti della disciplina come Justin Rose e molti altri. Ma l’Italia potrà contare anche su ottimi giocatori come Andrea Pavan, Renato Paratore, Guido Migliozzi, Edoardo Molinari e Nino Bertasio. Il golf azzurro gode di ottima salute non soltanto in ambito maschile ma anche femminile. La vittoria agli Internazionali di Francia di Virginia Elena Carta ne è la testimonianza. Il nostro movimento è in continua crescita e il dato sui nuovi tesserati lo dimostra.
Ringrazio per l’attenzione che ci ha riservato la Sindaca, credendo nella Federazione Italiana Golf, ma soprattutto sostenendo la Ryder Cup. Questa sfida, per molti impensabile, l’ha vinta Roma”.

Il primo portale giornalistico dedicato al golf

16

16 anni di golfitaliano cup

20

20 anni di esperienza dello staff nel settore comunicazione e turismo

Su di Noi

Golfitaliano è una testata giornalistica di Emmevi s.r.l, un network di professionisti legati al mondo del golf e del turismo golfistico. Offre servizi nell’ambito del marketing, comunicazione e organizzazione eventi.

Senza dubbio, il sommo piacere del golf è che sul fairway, lontani da tutte le pressioni dei rapporti sociali e della razionalità, ci si può sentire immortali per qualche ora."

Colman McCarthy

Contattaci

Contattaci per avere maggiori informazioni

Condividi!